"Visite ai Giardini di Pietra" Rassegna itinerante di parole, musica e canti in cammino nel Parco delle Cave Domenica 2 ottobre 2016, dalle ore 16.30 presso PITARDI CAVAMONTI S.S. Lecce – Maglie, Km 981 Zona Industriale di Melpignano

"Visite ai Giardini di Pietra"

Rassegna itinerante di parole, musica e canti in cammino nel Parco delle Cave

 

Domenica 2 ottobre 2016, dalle ore 16.30 presso PITARDI CAVAMONTI

S.S. Lecce – Maglie, Km 981 Zona Industriale di Melpignano

 

 

Chiuse le residenze artistiche, "Serre delle Arti", prosegue con un nuovo appuntamento delle "Visite ai Giardini di Pietra", domenica 2 ottobre dalle ore 16.30, presso Pitardi Cavamonti (S.S. Lecce – Maglie, Km 981 Zona Industriale di Melpignano). Saranno le aziende che estraggono e lavorano la pietra leccese le protagoniste del secondo ciclo di appuntamenti nati da nuove e consolidate sinergie fra pubblico e privato. Un'occasione per il pubblico di vivere da testimone la cultura materiale e i luoghi della "pietra leccese": il processo produttivo, dalla cava di estrazione ai laboratori di ideazione creativa e di lavorazione. Ad accompagnare gli appuntamenti un'imbastitura di atti performativi che coinvolgeranno attori, danzatori, musicisti. L'opportunità di coniugare, in un dialogo aperto, il lavoro dei "cavamonti", degli artisti, allo sguardo del pubblico e la particolarità dei luoghi che ospiteranno le Visite. Luoghi non facili dove blocchi di pietra - spesso di grandi dimensioni - vengono tagliati, lavorati, trasformati in materia utile al costruire, all'abitare e in oggetti sempre più spesso protagonisti delle più avanzate progettualità del design.

Le "Visite ai Giardini di Pietra", con la direzione artistica di Mauro Marino, nell'edizione 2016 s'inseriscono nel progetto "Serre delle Arti", incentrato sulla valorizzazione delle risorse ambientali e culturali dei territori compresi nel bacino estrattivo della pietra leccese e promosso dal SAC Serre Salentine, dal Comune di Cursi e dall'Associazione tra Enti Locali Centro di Educazione Ambientale (CEA) delle Serre Salentine, con il finanziamento della Regione Puglia e dell'Unione Europea. La prima visita del secondo ciclo sarà ospitata da Pitardi Cavamonti, storica azienda dell'estrazione e della lavorazione della pietra leccese nata nel 1963 dalla tradizione e dall'esperienza degli antichi estrattori di cava.

 

In apertura per rendere omaggio alla pietra le parole di Piero Rapanà tratte dalla pièce teatrale "Che fortuna sono qui". I discorsi di un "folle", uno spunto necessario per poter formulare un ode a ciò che è rimasto indietro, inesorabilmente perso nello stritolante andare del "progresso". La memoria diventa protagonista, madre necessaria del sapere, della conoscenza, nella consapevolezza della necessità di un'inversione, di un rallentamento capace di ridefinire, la natura del nostro vivere. L'incontaminato passato, i piaceri della semplicità, di un vivere fragile e denso, di poco, un vivere attaccato al tempo, al suo scorrere naturale, senza essere travolto "consumato" dalla frenesia del non avere mai tempo abbastanza, dell'essere sempre e comunque al passo del tempo, pari alla sua velocità, a ciò che impone, consumi, mode, vanità incapaci di fermarsi a dire: "Che fortuna essere qui…" nella pausa del contemplare, del cantare alla natura la Bellezza.

A seguire l'attrice Anna Dimitri accompagnata dalla voce di Raffaella Aprile proporrà lo spettacolo "Ben oltre. Nove canti in forma di poesia". Un'intera giornata, forse un'intera vita, vissuta tra immagini e memorie del Paesaggio salentino. La pietra, nelle sue diverse manifestazioni, è testimone di questo racconto per immagini poetiche. Una magia di echi musicali del passato, una ricchezza di suoni sottolineano la parola poetica: nove sogni (l'attesa, l'afa, la fatica, il regno del tempo, deserto di sassi, le mani, l'acqua nascosta, la madre, la sera, l'infanzia che torna) che ruotano attorno ai sentimenti più importanti della vita di una donna salentina, primo tra i quali quello per la madre. Ma al di là di tutto emerge la volontà e l'urgenza di superare il quotidiano, il già detto, il già fatto, per cercare "ben oltre quel muro di diafani sassi, di calce e di tufo".

 

In chiusura i suoni di Valerio Daniele e Giorgio Distante da "Acqua minutilla e ientu forte". Distillare suoni è l'arte di Valerio Daniele intellettuale, fine chitarrista e fine produttore di suono. Intellettuale perché tale lo confermano le sue tante prove, la sua sensibilità pensante che muta nel corpo suonante, questo il suo approccio alle cose della musica - il suo suono e quello degli altri da cui si fa abitare per meglio "tradurlo" nella scrittura discografica. L'intellettuale contemporaneo non è quello della parola, della scrittura, del monito e del dettato, ce ne sono pochi rimasti lucidi. L'intellettuale contemporaneo si incarna nel fare dell'arte, mai come in questo momento l'unica capace di muovere e rinnovare linguaggi e segni politici. La limpidezza caratterizza il lavoro di Valerio Daniele, un abbraccio chiaro alla materia-natura della musica. Nella ricerca più radicale, messa in campo con l'esperienza di Desuonatori (straordinario l'ultimo "Acqua minutilla e ientu forte" inciso da Daniele con Giorgio Distante) e nel suo dedicarsi alla tradizione che trova nelle sue corde una declinazione vivificante.

 

Il prossimo appuntamento è per Domenica 9 ottobre 2016, dalle 16.30, presso BIANCO CAVE.

 

Le "Visite ai Giardini di Pietra", nell'edizione 2016, s'inseriscono nel progetto "Serre delle Arti" promosso dal SAC Serre Salentine, dal Comune di Cursi e dall'Associazione tra Enti Locali Centro di Educazione Ambientale (CEA) delle Serre Salentine, con il finanziamento della Regione Puglia e dell'Unione Europea, nell'ambito dell'APQ "Beni ed Attività Culturali".

 

 

Info

www.ceaserresalentine.it

0836.909857 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina Facebook: http://www.serredellearti.it

Sito Web: http://www.serredellearti.it

 

 

 

  • Data:
    • Da 01.10.16 (h. 11.05)

Documenti e link

Opzioni di stampa:

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su