Serre delle Arti – Territori di Pietra “Visite ai Giardini di Pietra” Rassegna itinerante di parole, musica e canti in cammino nel Parco delle Cave: Domenica 23 ottobre 2016, dalle 16.30, presso ECADE (S.S. Lecce Maglie, Zollino uscita Soleto-Martano)

 

Serre delle Arti – Territori di Pietra

“Visite ai Giardini di Pietra”

Rassegna itinerante di parole, musica e canti in cammino nel Parco delle Cave

 

Domenica 23 ottobre 2016, dalle 16.30, presso ECADE

(S.S. Lecce Maglie, Zollino uscita Soleto-Martano)

 

Ultimo appuntamento per “Visite ai Giardini di Pietra”, domenica 23 ottobre 2016, dalle ore 16.30 presso ECADE (SS Lecce-Maglie uscita Soleto-Martano), ultima delle quattro aziende del settore lapideo affiliate al progetto “Serre delle Arti”, iniziato a Cursi con le nove residenze d’artista (realizzate dal 19 al 29 settembre e concluse con la presentazione ufficiale degli elaborati artistici presentati a Palazzo De Donno e nel Parco delle Cave dismesse).

Sono state le aziende che estraggono e lavorano la pietra leccese le protagoniste degli appuntamenti di “Visite ai giardini di pietra”: un’occasione per il pubblico di vivere da testimone la cultura materiale e i luoghi della pietra, dalla cava di estrazione ai laboratori di ideazione creativa e di lavorazione, in un dialogo aperto tra “cavamonti” e artisti. “Visite ai Giardini di Pietra”, con la direzione di Mauro Marino, nell’edizione 2016 è una rassegna che s’inserisce nel progetto “Serre delle Arti - Territori di Pietra” promosso dal SAC Serre Salentine, dal Comune di Cursi e dall’Associazione tra Enti Locali Centro di Educazione Ambientale (CEA) delle Serre Salentine, con il finanziamento della Regione Puglia e dell’Unione Europeaì

Per l’ultimo dei suoi appuntamenti, la rassegna fa tappa a Zollino, presso ECADE, “azienda giovane e dinamica nella mente che si avvale di oltre 30 anni di esperienza nella lavorazione della pietra leccese”. Sarà l’attore Renato Grilli a presentare, in apertura, le scritture di “Canti di pietre”: in programma, Prologo da “I nostri canti” di R. Barthes, “Alla mia pietra” di Renato Grilli, “Conversazione con una pietra” di W. Szymborska, “La pietra e l’idiota - racconto segreto” adattamento di Renato Grilli. A seguire il Fondo Verri, con “La cultura dei Tao” di Antonio Leonardo Verri con Piero Rapanà. Sullo sfondo, la fisarmonica di Gaetano Fidanza.

“La cultura dei Tao”, pubblicato per la prima volta nel maggio del 1986 a introduzione del catalogo della mostra fotografica itinerante “La cultura contadina”, è il testo che Spagine (edizioni Fondo Verri) ripropone come audio-libro e recital a un’iniziativa promossa dalla Scuola Media II° nucleo del Distretto Scolastico n°42 di Maglie (presidente il professor Giuseppe Chiri) e dalla Regione Puglia - Assessorato alla Pubblica Istruzione. In una nota del catalogo i curatori ringraziano il signor Giuseppe Bernardi che mise a disposizione, per le fotografie, il materiale del Museo della Civiltà Contadina di Tuglie. Coordinatore del progetto fu Pino Refolo, le foto furono realizzate da Yellow Serigrafia di Maglie, la stampa fu a cura della Litografia Graphosette di Taviano. “La cultura dei Tao” è un testo fondante per chi vuole conoscere la materia visionaria di Antonio L. Verri, nato a Caprarica di Lecce il 22 febbraio 1949. Il 9 maggio del 1993, un incidente stradale lo tolse alla vita e alla sua famiglia e ai suoi tanti sodali, divenuti orfani di quel “Naviglio” che tutto poteva contenere. Lo tolse alla Madre, la Mar - celebrata nella Cultura dei Tao - nell’incessante dialogo che fa la terra culla del “cercare”. La riedizione del prezioso testo, per la cura editoriale di Mauro Marino e la grafica di Valentina Sansò, è introdotta da Eugenio Imbriani (all’interno contiene un cd-audio registrato e sonorizzato da Valerio Daniele per le voci degli attori Angela De Gaetano, Simone Giorgino, Simone Franco e Piero Rapanà, e della cantante Alessia Tondo) e nasce con l’intento di tenere viva l’attenzione su Antonio Verri, sulla sua straordinaria e tragica vicenda umana e soprattutto sulle sue parole: una letteratura possibile la sua “fatta di fole e di angiolesse, di orchi benevoli, di tao…”, la sostanza della cultura contadina di un Salento sempre sospeso tra realtà e magia.

Le “Visite ai Giardini di Pietra”, nell’edizione 2016, s’inseriscono nel progetto “Serre delle Arti” promosso dal SAC Serre Salentine, dal Comune di Cursi e dall’Associazione tra Enti Locali Centro di Educazione Ambientale (CEA) delle Serre Salentine, con il finanziamento della Regione Puglia e dell’Unione Europea, nell’ambito dell’APQ “Beni ed Attività Culturali”. 

 

Info

www.ceaserresalentine.it

0836.909857 - info@ceaserresalentine.it

Pagina Facebook: http://www.serredellearti.it

Sito Web: http://www.serredellearti.it

  

Icona Articolo: Evento